Processo produttivo e abbinamenti del Tokaji

Il vino Tokaji Aszú viene prodotto dall’unione di tre uve: Furmint, Hárslevelü e Muskat Lunel.
Il vino Tokaji Aszú viene prodotto dall’unione di tre uve: Furmint, Hárslevelü e Muskat Lunel.

Tutto comincia da una muffa. Una muffa nobile, la Botrytis Cinerea: senza di lei non si fa nulla! Per fortuna del Tokaji Aszú, nella regione del Tokaj-Hegyalja il clima è quello giusto per far prosperare la Botrytis Cinerea. Il terreno è ricco in potassio e di tipo argilloso; il particolare clima autunnale è costituito da un alternarsi di caldo e umido e, grazie alla nebbia che si alza in serata, crea condizioni più che favorevoli allo sviluppo della cosiddetta muffa nobile.
E con la Botrytis Cinerea che conquista a uno a uno gli acini dei vigneti, la nascita del Tokaji può avere luogo.
Il vino Tokaji Aszú viene prodotto dall’unione di tre uve: FurmintHárslevelü Muskat Lunel. Il processo di lavorazione inizia con la raccolta degli acini attaccati dalla muffa; queste uve ammuffite e avvizzite vengono poi trasformate in una pasta detta aszú. A questo punto, all’interno di barili chiamati gönci, si mescolano la pasta ottenuta dalle uve botritizzate e il vino base creato con le uve senza muffa: a seconda dei puttonyos o gerle di aszú che verranno aggiunte al vino, otterremo un Tokaji Aszú più o meno dolce. Le gerle di pasta Aszú sono presenti in un numero che va da tre a sei.
Il Tokaji Aszú è pronto. O quasi: bisogna lasciarlo fermentare e, considerato che l’uva è particolarmente zuccherina, la fermentazione del Tokaji Aszú sarà lenta. Molto lenta. Infine l’invecchiamento: per ottenere un ottimo Tokaji possono servire fino agli 8 anni; dipende dalle gerle o puttonyos aggiunte, perché maggiori sono le gerle di uva passita introdotte, maggiore sarà il tempo da impiegare per far invecchiare il Tokaji Aszú.

A che abbino il Tokaji?

Una volta messo in tavola il Tokaji, per apprezzarlo al meglio bisogna scoprire le portate alle quali si sposa. Ogni vino va esaltato col suo piatto ad hoc, e ogni piatto viene esaltato dal vino giusto: la regola vale per tutti e soprattutto quando hai a portata di mano un vino impareggiabile come il Tokaji Aszú.

Il Tokaji Aszú è ottimo in abbinamento con il patè di fois gras
Il Tokaji Aszú è ottimo in abbinamento con il patè di fois gras

Ecco perché, se sei tra i fortunati a bere un vino Tokaji, hai bisogno di conoscere gli abbinamenti perfetti. Quando servi un Tokaji Aszú ricordati di questi 5 consigli:
✓ Il Tokaji Aszú è un vino dolce ungherese che puoi abbinare oltre che a piatti tradizionali del luogo, anche al paté di fois gras. È un vino che in abbinamento a piatti corposi, sa il fatto suo!
✓ Il Tokaji Aszú si beve pure con i dolci. Molti preferiscono degustare questo vino ungherese con la migliore pasticceria secca.
✓ Un altro abbinamento che funziona col Tokaji Aszú è quello con piatti speziati e formaggi erborinati, cioè costituiti da muffe naturali, come ad esempio il Gorgonzola.
✓ Il Tokaji Aszú può fungere anche e solo da aperitivo.
✓ Il Tokaji va servito a 10°.

Le altre varietà di Tokaji

Con il Tokaji Furmint, un vino bianco secco, è bene portare in tavola formaggi cremosi dal gusto deciso. Come per la maggior parte dei vini bianchi, è ottimo da abbinare anche piatti a base di pesce e carni bianche: in questo caso l’ideale sono piatti a base di pollo davvero ricchi.
Il Tokaji Hárslevelű invece è un vino bianco dal sapore secco con acidità e freschezza perfette se abbinate a piatti di pesce.
Il Tokaji Szamorodni dolce può essere abbinato agli antipasti come il classico melone e prosciutto, e anche alla frutta secca.